SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI A 19,00€!

Alessia Brunetti, giovane campionessa di atletica

alessia brunettiAlessia Brunetti è una giovane campionessa di atletica leggera. Da circa 10 anni ha messo l’atletica al centro della propria vita, insieme allo studio, e rincorre con costanza e tenacia il sogno di fare dell’atletica il proprio lavoro entrando a far parte di un corpo militare. Abbiamo fatto una breve chiacchierata con Alessia, che ci ha raccontato qualcosa in più del suo magnifico sport e di come riesce ad arrivare a dei risultati così importanti.

Qual è la tua specialità sportiva? Perché è diversa dalle altre e qual è la sua peculiarità?

La mia specialità nell’atletica leggera sono i 200 metri piani, anche se negli ultimi anni mi sto affermando come quattrocentometrista. Sono due specialità molto simili, entrambe basate sulla velocità, ma nei 400 metri piani riesco ad esaltare di più i miei punti forti come atleta, in particolare quella resistenza lattacida che poi è alla base della specialità stessa.

Da quanto tempo pratichi questo sport e quali sono stati i tuoi traguardi più importanti? Ce li racconti?

Ho iniziato a praticare questo sport circa 10 anni fa. Nel frattempo, sono iniziati ad arrivare i primi risultati, e con esse le prime soddisfazioni. Ricordo in particolare con molto piacere il 1° posto alla staffetta 4x100 metri ai CDS allieve nel 2016 e nel 2017, ma, soprattutto, il 1° posto nella staffetta 4x400 metri ottenuto ai campionati italiani u20 nel 2019 e la convocazione ai campionati europei u20 per la categoria 4x400 metri. 

Quante ore ti alleni al giorno? Come è la tua giornata tipo? Normalmente cosa mangi?

Per me è importante iniziare la giornata con una colazione abbondante, gustosa e completa. Che la giornata prosegua con un allenamento o una lezione universitaria – Alessia, oltre che una atleta, è anche una studentessa iscritta alla facoltà di Scienze delle tecnologie alimentari presso l’Università degli studi La Statale di Milano – è fondamentale che abbia sempre la giusta dose di energie. In genere mi alleno dalle 2 alle 2 ore e mezza al giorno, molto dipende dalla tipologia di allenamento e dai carichi di lavoro. Se si tratta di allenamento di potenziamento la sessione può durare di più, portandomi a superare le due ore, anche a causa dell’importante ma necessario riscaldamento da fare prima dell’allenamento. Viceversa, quando faccio allenamento aerobico, nonostante si tratti di diverse ripetute, può capitare che finisca anche prima delle due ore. Una vita sicuramente sempre in movimento – ride. Per questo seguo un’alimentazione attenta e variegata, cercando di abbinare sempre carboidrati, proteine, grassi, vitamine e sali minerali ad ogni pasto. A pranzo, se per esempio mi alleno il pomeriggio, ovviamente prediligo fonti proteiche, sia di origine animale che vegetale, una buona quantità di verdure e del pane. Mentre la sera, essendomi allenata, prediligo le fonti di carboidrati più complesse come la pasta integrale e il riso, ma ovviamente vale anche il contrario. Quel che non manca mai è la frutta, sia fresca che secca, e in generale l’attenzione verso tutti quegli alimenti, magari anche poco diffusi, che mi consentono di integrare tutte le sostanze nutritive fondamentali per la mia attività sportiva senza particolari sforzi. 

Quanta Spirulina prendi e in che modo?

Utilizzo la Spirulina in spaghettini per arricchire i miei pasti preferiti: la colazione e la merenda preallenamento. Sciolta nello yogurt greco con un quadratino di cioccolato fondente compone uno spuntino perfetto per fare un rifornimento di energie, fondamentali per affrontare al meglio tutti gli impegni della giornata. 

La Spirulina ti piace perché…

La Spirulina mi piace perché contiene vitamine, sali minerali e ferro in quantità, importantissimi per noi atleti, e ha un alto livello di proteine che le donano un'azione energizzante: un aiuto fondamentale per il corpo e il sistema nervoso nel mantenimento e nel recupero delle energie.  

Quale è il ricordo sportivo che ti emoziona ancora adesso?

I ricordi sportivi che mi emozionano di più sono due: uno di squadra e uno personale. Quello di squadra risale all’anno scorso, nel 2019, quando abbiamo vinto il primo titolo nella staffetta 4x400 metri ai campionati italiani under 20 di Rieti. Quello personale invece mi riporta al momento in cui ho ottenuto il risultato minimo per accedere ai campionati Europei di Boras, un’emozione unica!

Hai mai praticato altri sport?

Si, ho praticato ginnastica artistica per cinque anni ma è uno sport che non si è rivelato molto adatto per la mia corporatura per cui ho smesso presto di praticarlo. 

Come è nata la tua passione per questo sport? Quando hai deciso che sarebbe diventata la tua vita?

Dopo i 5 anni di Ginnastica Artistica volevo smettere. Fu allora che una delle mia più care amiche mi propose di provare l’atletica. Visto che ero una bambina molto attiva che amava correre e saltare, che insomma non stava mai ferma, ho accettato subito. All'inizio facevo mezzo fondo, quindi corse campestri e simili. Poi è arrivato il mio attuale allenatore con cui ho iniziato a provare gare di velocità e prove multiple, sviluppando tutte quelle caratteristiche di base che è necessario strutturare quando si è giovani. Quando poi sono emerse le qualità per fare questa specialità e sono iniziati ad arrivare i risultati ho iniziato a fare i primi campionati italiani avviando quello che è tutt'ora un percorso di crescita che rende l'atletica il punto centrale della mia giornata e della mia vita. Insieme allo studio ovviamente.

I tuoi prossimi progetti ed obiettivi quali sono? Ci sono delle gare, dei campionati o dei tornei a cui punti prossimamente?

Il mio più grande sogno è quello di entrare a far parte di un corpo militare, facendo così diventare l'atletica un lavoro vero e proprio in cui poter dedicare tutta me stessa. Per raggiungere questo obiettivo il 2021 sarà un anno molto importante perché ricco di competizioni fondamentali come i giochi del mediterraneo e gli Europei under 23. Per questo, con il mio allenatore abbiamo deciso di focalizzarci sulla stagione outdoor e lavorare in funzione di essa, sperando di poter centrare insieme più di un obiettivo.

Un sogno importante che speriamo possa realizzare: in bocca al lupo campionessa!

Alessia Brunetti è una giovane campionessa di atletica leggera. Da circa 10 anni ha messo l’atletica al centro della propria vita, insieme allo studio, e rincorre con costanza e tenacia il sogno di fare dell’atletica il proprio lavoro entrando a far parte di un corpo militare. Abbiamo fatto una breve chiacchierata con Alessia, che ci ha raccontato qualcosa in più del suo magnifico sport e di come riesce ad arrivare a dei risultati così importanti.

Potrebbero interessarti anche...

Marco Lazzaroni, stella del rugby
Marco Lazzaroni, classe 1995, è uno dei più affermati giocatori di rugby della Benetton Rugby Treviso, una delle form...
Leggi ora
Flavia Tartaglini, campionessa di windsurf
Flavia Tartaglini, classe 1985, è campionessa di windsurf. Ha partecipato alle Olimpiadi di Rio de Janeiro nel 2016 e...
Leggi ora
Elena Cecchini, campionessa di ciclismo su strada
Elena Cecchini, classe 1992, è campionessa italiana di ciclismo su strada e su pista. Atleta del Canyon-SRAM, squadra...
Leggi ora