SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI A 29,00€!

Marco Lazzaroni, stella del rugby

marco-lazzaroni-livegreenMarco Lazzaroni, classe 1995, è uno dei più affermati giocatori di rugby della Benetton Rugby Treviso, una delle formazioni più gloriose del campionato italiano, che attualmente disputa la Pro14, una competizione di rugby a 15 per club tra squadre delle federazioni di Galles, Irlanda, Italia e Scozia e dal 2017 Sudafrica. Per dare il meglio in campo, per sentire meno la fatica ed essere più performante, Marco utilizza la Spirulina italiana in spaghettini, a testimonianza del fatto che il benessere naturale della Spirulina è adatto anche ai giganti del rugby! Leggi quello che ci ha raccontato nell'intervista.

Qual è la tua specialità sportiva e perché è diversa dalle altre, qual è la sua particolarità?

Il rugby è uno sport di contatto, molto interattivo perché associa la lotta alla corsa, il che lo rende uno sport aerobico. Possiamo dire che è uno sport molto completo e duro, ma allo stesso tempo divertente. Inoltre è uno sport molto leale. Il regolamento è serrato e gli arbitri sono molto competenti: c’è un rispetto reciproco che non si trova da nessun’altra parte.

Da quanto tempo ti dedichi a questo sport e quali sono stati i tuoi traguardi più importanti?

Gioco da quando ho 11 anni. Ho iniziato a giocare a Udine e verso la seconda superiore sono stato coinvolto nel Gruppo dell'Accademia Federale U17. Congiuntamente ho iniziato a giocare per la Benetton Treviso ed ho partecipato al Campionato Giovanile U20. A 18 anni mi sono trasferito al Mogliano Rugby (società che partecipa al Campionato Italiano nella massima serie) e l'anno successivo sono rientrato alla Benetton, questa volta in prima squadra. Nel 2017 ho debuttato in Australia con la Nazionale maggiore. Sono stati tutti traguardi molto importanti che mi hanno aiutato a crescere, ma sono ancora giovane, quindi spero di averne tanti altri nel mio futuro.

Quante ore ti alleni al giorno? Com’è la tua giornata tipo? Cosa mangi normalmente?

Passo la maggior parte della mia giornata in campo: più o meno dalle 8 di mattina fino alle 5/6 di pomeriggio. La giornata è molto complessa, ci sono molte riunioni poiché il rugby è uno sport moderno fatto di molte analisi e studio. Poi ci sono allenamenti sia collettivi che individuali in base al ruolo per cui si gioca. La mattina mangio parecchio: faccio una bella colazione, mi sbizzarrisco tra uova, bresaola, pane integrale o le uova alla Benedict con un po’ di avocado. Bevo il tè verde e cerco di mangiare parecchio, con una base di carboidrati poiché per me la colazione deve essere calorica. Soprattutto cerco di bere molta acqua. A metà mattina cerco di alimentarmi con le vostre barrette con cui mi trovo molto bene. Altrimenti mangio alimenti proteici leggeri per non infastidire lo stomaco. Comunque sempre alimenti nutrienti e sani. A pranzo di solito mangiamo tutti assieme, facciamo un buffet di verdure cotte e crude, riso integrale, pollo. Finito l’allenamento cerco di reintegrare tutte le calorie perse con ancora una frittata, un panino integrale con tacchino, bresaola, grana, anche lì fino a saziarmi. La sera cerco di stare sui carboidrati, mangio molta carne , verdura e fibre.

La Spirulina Italiana invece come la prendi?

La prendo in compresse la mattina, appena alzato con un po’ di latte, vitamine e insieme ad altri complessi vitaminici. Ne prendo 9 (ovvero 2,7g, ndr), però inizierò a prenderne di più anche durante la giornata per avere una copertura più totale. E poi, come ho detto prima, mangio le barrette durante gli allenamenti. Ne mangio più di una, perché essendo uno sportivo di media taglia (Marco è alto 190 cm e pesa 110 kg, ndr) una è troppo poco [ride] e non mi basta, ma devo dire che mi sono trovato veramente molto bene.

La Spirulina Italiana ti piace perché…?

Mi è capitato di leggere vari articoli sulle sue proprietà benefiche, così ho iniziato ad usarla. Ormai la utilizzo da vari anni ma cerco di non esserne assuefatto: faccio cicli da 3-4 mesi poi la scalo e la riprendo successivamente in modo che il corpo non si abitui. Inoltre mi sono trovato molto bene con le barrette. Per come ci alleniamo facciamo un po’ fatica ad assumere dei pasti completi tra gli allenamenti. Ho provato diversi tipi di barrette, energetiche e proteiche, e alcune ti restano sullo stomaco. Con quelle di Livegreen invece non ho mai avuto problemi.

Hai qualche aneddoto da raccontare ai giovani rugbisti che si vogliono avvicinare al tuo sport?

Posso dire che, se uno ci si vuole affacciare, è uno sport che crea amicizie indissolubili. Con i miei compagni di squadra combatto tutte le settimane e ho creato legami davvero forti che mi augurero dureranno per tutta la vita. Ci sono anche tanti aneddoti, ma meglio che passiamo oltre… [ride]

Hai mai praticato altri sport?

Sì ho fatto judo per 7 anni, poi però ho smesso e ho iniziato rugby.

I tuoi prossimi progetti quali sono? Ci sono dei tornei particolari a cui punti?

Come società sicuramente puntiamo ai play-off. È andata bene quest’anno e ora vogliamo fare un passo in avanti in questa parte del campionato. Io vivo di piccoli obiettivi e preferisco pensare ad uno alla volta piuttosto che perdermi. Diventare un punto di riferimento per il mio club è la mia prima volontà. Poi, come ogni giovane italiano, la Nazionale rimane un obiettivo importante. Io cerco di dare sempre il meglio di me, dentro e fuori dal campo, per far si che le mie prestazioni rispondano ai requisiti per far nuovamente parte del gruppo azzurro. E chissà, magari in futuro, in pianta stabile.


Potrebbero interessarti anche...

Francesca Bettrone, campionessa di Pattinaggio di velocità
8 anni di Nazionale Italiana Speed skating.6 anni di Nazionale Italiana Giovanile Inline skating. Francesca Bettrone,...
Leggi ora
NutriBees, il servizio di healthy food-delivery, ha scelto Livegreen!
NutriBees, la piattaforma dell’healthy food che arriva pronto da gustare direttamente a casa tua, ha scelto la Spirul...
Leggi ora
Enrica Spacca, velocista italiana plurimedagliata
Livegreen corre più veloce!  Ecco la testimonianza dell'atleta italiana Enrica Spacca, record nazionale alle Olimpiad...
Leggi ora