SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI A 29,00€!

Macarons alla Spirulina con crema al cocco

L’origine dei macarons è antichissima! 
Una leggenda ci porta fino al 791, a Commercy, nel nord della Francia.
Un monaco aveva deciso di preparare dei dolcetti da vendere per tentare di risollevare le sorti del suo convento, schiacciato dai debiti. Si narra che, durante la preparazione delle sue prelibatezze, gli apparve la Madonna.
Il monaco ne rimase talmente impressionato che cadde nell’impasto che stava preparando e il suo ombelico diede forma al primo macaron della storia.

Certo, si tratta di una leggenda ma, come tutte le leggende, anche in questa storia c'è un fondo di verità: i macarons sono stati effettivamente creati in un convento; più precisamente nel convento delle suore orsoline di Saint-Emilion in Aquitania, intorno al 1630.

Un'altra teoria, invece, attribuisce la ricetta dei macarons all'Italia. I dolcetti più apprezzati della pasticceria francese hanno un'origine incerta: il termine "macaron", infatti, non trova alcuna radice nella lingua francese e deriverebbe dall'italiano "maccarone". Questi sfiziosi pasticcini alla farina di mandorle sarebbero stati esportati in Francia da Caterina De' Medici, che li volle per festeggiare il suo matrimonio con Enrico II di Francia, nel 1533.

È però nel 1871 che il macaron raggiunge la perfezione, quando il gioco passa in mano a colui che oggi viene riconosciuto a tutti gli effetti come il Signore dei macarons: Ernest Ladurée.
Il pasticcere della sala da tè Ladurée, Pierre Desfontaines, separò nel 1930 i due dischi del pasticcino, per inserirvi la dolcissima ganache. 

Oggi i macarons sono diventati una vera e propria istituzione: famosi in tutto il mondo, sono un simbolo molto diffuso della Francia, sinonimo di eleganza e raffinatezza.
Questi dolcetti delicati e gustosissimi sono anche esteticamente molto belli: realizzati in diversi colori abbinati all’aroma e alla farcia del singolo, i macarons sono dei veri e propri gioiellini dell'alta pasticceria.

Grazie alle Sisters on diet, i macarons diventono preziosi smeraldi al sapore delle Spirulina Italiana.


Ingredienti:

2 Albumi
80 gr di farina di mandorle 
80 gr di zucchero a velo di canna 
80 gr di zucchero di canna
20 g di acqua
Spaghettini di Spirulina q.b.

Per la crema:
Un vasetto di yogurt bianco 
Cocco rapé
Dolcificante a piacere 

Preparazione:

  • Come prima cosa fate sciogliere gli spaghettini di Spirulina in un albume, dopo averli tritati finemente
  • Nel frattempo setacciate in una ciotola lo zucchero a velo di canna e la farina di mandorle. Versate, a questo punto, l'albume (diventato verde) e mescolate gli ingredienti con una spatola fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo
  • Tenete il composto da parte e montate l'altro albume a neve ferma. Dopodiché in un pentolino versate lo zucchero di canna e l’acqua e fate sciogliere a fuoco dolce, portando a 118°C, misurando con un termometro da cucina
  • Quando sarà arrivato alla temperatura indicata, versate lo sciroppo a filo sugli albumi mentre montano e continuate a montare fino a quando il composto avrà raggiunto la temperatura ambiente e gli albumi saranno montati a neve ferma
  • A questo punto aiutandovi con una spatola incorporate la meringa al composto che avevate preparato in precedenza con farina di mandorle, albume e zucchero a velo di canna, effettuando un movimento delicato dal basso verso l’alto per non smontare la meringa
  • Trasferite ora il composto in una sac-à-poche. Quindi prendete una teglia foderata con carta forno e create con la sac-à-poche dei piccoli dischi dal diametro di circa 2 cm, distanziandoli tra loro
  • Battete leggermente e delicatamente sul piano di lavoro per consentire ai macarons di appiattirsi leggermente. Lasciateli seccare a temperatura ambiente per 15-30 minuti, quindi infornateli in forno preriscaldato a 180°C per 12-13 minuti
  • Trascorso il tempo di cottura estraete dal forno e lasciate raffreddare a temperatura ambiente
  • Procedete poi con la preparazione della crema mescolando un vasetto di yogurt bianco al cocco rapé e qualche goccia di dolcificante liquido
  • Una volta raffreddati guarnite i macarons con la crema ottenuta.